Il prezzo delle stelle porno come Valentina Nappi

L’idea che “abbiamo tutti un prezzo” è quello che Ana pensa alla prostituzione, un russo di 20 anni che ho incontrato a Barcellona e la cui soglia economica è di circa 300 euro all’ora. Ana ha studiato matematica a Mosca e ora vuole fare un master, ma nel frattempo ciò che guadagna in un’ora come una compagnia ragazza non lo guadagna né detta 20 ore di lezioni private di equazioni differenziali.

In qualche modo Ana, con il suo potenziale e atteggiamento, mi ricorda delle figure pornografiche importanti come Valentina Nappi, che oltre ad essere noto per la sua acrobazia sessuale è anche conosciuta come “attrice pornografica” per avere una carriera accademica o Sasha Gray, vincitore della migliore scena del sesso anale per il film Anale Cavity Search 6 ai premi AVN e fervente lettore della filosofia esistenziale, e anche escorts monterrey.

Il rapporto tra uomini e prostitute

La grande maggioranza degli uomini, anche i più prudenti, sono entrati – anche se solo “guardando” – qualche volta nella loro vita a un bordello, molte donne, anche le più prudenti, hanno fantasizzato almeno una volta nella loro vita con un’idea morbosa che un uomo attraente e ricco li seduce con un’offerta irresistibile, quella soglia economica per la quale sarebbero disposti a lasciare da parte la moralità di essere, sottilmente ed elegante, “puttane” per una notte.

Ci sono due tipi di puttane: coloro che camminano a pochi metri di passerella sotto potenti riflettori e stupidi lampi e quelli che vagano nelle buie, selvagge e pericolose strade dell’inferno, abbagliate come conigli, dalla luce sporadica di automobili. Entrambi sanno come disegnare sorrisi falsi sui loro volti, ma l’obiettivo dei primi è quello di diventare un trofeo o una mascotte del miglior offerente. Il secondo solo finge di sopravvivere e non sa come cedere a nessuno.

Ognuno ha la propria storia

Naturalmente non tutte le donne che si occupano di servizi sessuali hanno storie apparentemente felici come quelle di Anna il russo. Ogni cagna ha la propria storia, storie che talvolta possono essere felici, ma a volte sono piuttosto tristi e truculenti.

Ma ciò che è veramente inquietante è che il sesso come una merce non è qualcosa di unico per i bordelli, ma sembra inerente alla nostra cultura. Ad esempio, è meno esecutivo cagna che dorme con il boss di spostarsi verso l’alto in azienda?, Ed è meno putero il capo?. E questo tipo di transazioni comuni è qualcosa che non solo possiede l’uomo testa con le donne subordinati, ma anche dal capo femminile e l’uomo subordinato o modo omosessuali, o lesbica o transgender, cioè in ultima analisi, sembra essere in tutto parti e in tutte le possibili combinazioni sessuali. Come direbbe Oscar Wilde, sembra che “tutto in vita è sul sesso, eccetto il sesso … il sesso riguarda il potere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *